Che cos’è il patrimonio immateriale dell’azienda e come misurarlo

Patrimonio immateriale delle aziende

Come è ben risaputo, le soft skills svolgono un ruolo cruciale nelle prestazioni competitive: il personale motivato è più produttivo, una solida reputazione nel mercato aiuta l’acquisizione dei clienti, un ente di beneficenza che gode dell’impegno dei suoi donatori raccoglierà denaro più facilmente e un partito un sostegno più forte tra l’elettorato otterrà più voti. Se vogliamo migliorare le prestazioni nel tempo, non abbiamo altra scelta che capire come implementare le soft skills aziendali che vanno a costituire il cosiddetto “Patrimonio immateriale” dell’azienda. 


Facendo un breve e semplice ragionamento, se le prestazioni in ogni momento dipendono dalle risorse tangibili a cui si può accedere, allora l’unico modo per modificare le prestazioni è creare e sostenere queste risorse.

Quindi, se le soft skills fanno la differenza per le prestazioni, inevitabilmente influenzano la capacità della tua azienda di catturare e mantenere queste stesse risorse tangibili.

Sfortunatamente,queste risorse  possono risultare difficili da gestire, perché se è relativamente più facile prendere in prestito denaro, acquistare capacità di produzione o assumere personale, risulta molto più difficile, invece, costruire il morale del personale, una solida reputazione o il sostegno dei tuoi donatori o elettori.

Il patrimonio immateriale, se ben identificato e gestito, accelera la crescita di altre risorse, quindi iincrementa notevolmente il probabile vantaggio in termini di prestazioni per un’organizzazione con un vantaggio in tutti questi fattori. Ancora meglio, poiché spesso è difficile per i concorrenti vedere dall’esterno esattamente cosa sono questi intangibili e capire come raccoglierli, possono darti un vantaggio sostenibile.

Come si misura il patrimonio immateriale?

Un’affermazione poco veritiera è quella secondo cui il patrimonio e le risorse immateriali nel sono non rilevabili, non misurabili e ingestibili. 

L’atmosfera in un’azienda in cui le persone sono fiduciose e motivate è molto diversa da quella di un’organizzazione in cui il personale è sotto pressione. Allo stesso modo, i venditori conoscono la differenza nella reazione di un cliente quando cercano di vendere prodotti con una cattiva reputazione e gli amministratori delegati notano certamente l’ostilità degli investitori che hanno perso la fiducia nella loro gestione.

Le organizzazioni misurano sempre più i fattori intangibili. La qualità del prodotto e del servizio, le competenze del personale e la motivazione ora sono comunemente presenti nei rapporti di gestione. Anche il sentimento degli investitori viene regolarmente monitorato e analizzato da molte aziende.

I risultati di manager esemplari in situazioni difficili rendono chiaro che anche la terza accusa – che gli intangibili sono ingestibili – non è vera. Direttori di fabbrica efficaci possono migliorare la qualità del prodotto; responsabili delle vendite stimolanti possono aumentare il morale e la fiducia della forza vendita; amministratori delegati capaci possono rassicurare gli investitori ansiosi.

Tutto ciò che manca nella maggior parte dei casi è un chiaro collegamento tra le modifiche a questi elementi critici e le prestazioni dell’organizzazione. I dirigenti sanno che queste cose sono importanti, ma hanno bisogno di un quadro più chiaro di come funzionano e quanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *